VajontAlle 22.39 del 9 ottobre 1963, unenorme frana di roccia di circa due chilometri quadrati di superficie e 260 milioni di metri cubi di volume, da anni in movimento sulle pendici del Monte Toc, dietro la diga del Vajont, tra il Friuli e il Veneto, precipita nel sottostante lago artificiale invasato fino a quota 700,42 m. s.l.m., sollevando unonda di 230 metri daltezza e 50 milioni di metri cubi di materiale solido e liquido in sospensione. La metà (circa 25-30 milioni di metri cubi) di Leggi il post [...]