fontanaSi, parlo anche io del cosidetto vandalo della fontana di Trevi. Aggiungo anche io il mio carico di idiozie, alle tante dette e scritte. Come chi adesso vorrebbe ogni giorno un colore diverso dellacqua. Oggi rosso, domani nero, dopodomani verde e poi azzurro. Par condicio dei colori. Berluska si sarà incazzato per la scelta cromatica, non credete?
Losservazione che ho fatto subito è proprio il fatto che il "vandalo" in realtà abbia scelto un colorante innocuo, che non lasciasse tracce. Una volontà di colpire lattenzione, senza danneggiare lopera, proprio per rispetto, secondo me. O sbaglio? Un vandalo vero avrebbe preso a scalpellate le statue, o avrebbe buttato vernice da carrozzieri.
In realtà di atto provocatorio, e non di vandalismo si potrebbe parlare. Io non lo avrei fatto, ma io sono un coglione, se vi ricordate, per cui figuriamoci se ho le palle per fare una cosa del genere.  Mi beccano subito, e mi appendono per gli attributi che non ho. Signori miei, con il pane a 4 euro al chilo, siamo fortunati se si limitano a tingerle di rosso lavabile le fontane. Ho limpressione che dovremo cominciare a donare il sangue per mangiare.

» Emanuel [...]">Tweet