Scritti, impressioni, opinioni.

Categoria: merda

Diritti da ricordare

 

Art. 1

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
[...]
Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
[...]

(Da http://www.governo.it/governo/costituzione/principi.html)

Il diritto al lavoro non è un vizio, o un privilegio. Ma un diritto costituzionale.

Qualcuno riesce a ricordarlo a questa qui?

MASTELLA VATTENE

Non credo che sia molto da dire. In un paese normale, fatto salvo il principio di innocenza fino a prova contraria, un ministro della giustizia inquisito DEVE dimettersi. Ha il diritto di difendersi davanti alla giustizia e di essere indennizzato qualora le accuse dovessero rivelarsi infondate. Trovo arrogante e dispotico latteggiamento della classe politica che gli ha chiesto di rimanere. Il sospetto legittimo è che le abbia presentate ben sapendo di questa levata di scudi. Se no sarebbe rimasto spavaldamente al suo posto. Ora invece fa la parte di quello che vorrebbe dimettersi, ma non lo fa per la solidarietà espressa. NO. Non esiste. Se il presidente del consiglio non accetta le sue dimissioni è faccenda grave, gravissima. La Finocchiaro parla di "Ombra di tangentopoli". Vergogna. Eravate i primi a incoraggiare la magistratura quando toccava i vostri avversari. Spero che le persone non rimangano a guardare, preoccupate, giustamente, dalla crisi, dal non arrivare a fine mese. Sembra che ci vogliano prendere per stanchezza. Forse sperano che il disgusto sia tale, che li lasciamo in pace a godersi i privilegi di casta. Adesso basta. Fermiamoli. Tutti. Dobbiamo riappropriarci di un paese espropriato.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén