Scritti, impressioni, opinioni.

Film: Spiderman 3

Recensioni -  Fantastico

Spiderman 3

Regia di Sam Raimi

Poster - Spiderman 3Tanto tuonò che piovve. La tanto aspettata (temuta?), terza parte della saga cinematografica di Spiderman è arrivata. E già record di incassi. E in effetti il cinema di Milano dove ho visto il film era gremito in ogni ordine di posti. Da un punto di vista commerciale quindi sembra che la missione del film si compirà. A questo punto urge capire se anche da un punto di vista "artistico" anche stavolta Sam Raimi abbia colto nel segno. E inevitabile il confronto con i primi due film, o come credo sia più giusto pensare, le prime due parti della storia. La prima parte ci ha raccontato le origini del personaggio, ne ha introdotto luniverso al pubblica, focalizzandosi su pochi punti fondamentali ossia : le origini, e lo scontro con Green Goblin, con un nascente rapporto con Mary Jane sullo sfondo. La seconda parte, libera dal vincolo di introdurci i personaggi, ha mostrato levoluzione delle vicende sentimentali del primo del primo. Ci ha mostrato un antagonista molto più sfaccettato di quello del primo film, e rappresentato molto bene alcuni conflitti interiori di Peter Parker.
Detto fra noi, è un peccato che sia nel primo che nel secondo film i cattivi siano morti. Ma se nel primo film la scelta era rispettosa della continuità del fumetto, nel secondo caso ci si è liberati troppo presto di un gran bel personaggio. Il terzo film mette moltissima carne al fuoco. Il difficile rapporto fra MJ e Peter, reso complicato dal successo di Spiderman e dai contemporanei fallimenti professionali della sua ragazza. Il difficile conflitto che si instaura tra potere e responsabilità, simboleggiato dallavvento del costume nero, che ha per Peter lo stesso appeal dellanello dellinvisibilità di Frodo o del lato oscuro della Forza. Ci introduce quindi nuovi personaggi, presi di peso dal pantheon di Stan Lee, ossia Gwen Stacey e suo padre, capitano di polizia. Introduce poi un supercriminale classico, lUomo Sabbia, con una sintetica ma bella caratterizzazione invero. Viene mostrato anche il ritorno di Goblin, ossia ci viene mostrato come Harry Osborne raccolga la sanguinosa eredità paterna e cerchi vendetta nei confronti dellodiato Uomo Ragno. Nello stesso film poi vediamo  le origini di Venom, e assistiamo quindi a mirabolanti scontri tra Spidey e il feroce ex costume alieno. Insomma, potenzialmente materiale per tre film, concentrato in 140 adrenalinici minuti. Ah..nel mentre Peter e Mary Jane hanno una seria crisi, e rischiano di prendere delle sbandate per altre persone. Conosciamo persino  meglio il sig. Ditkovich, il puzzolente padrone di casa di Peter, tramite poche ma efficaci battute.
Ci voleva veramente un gran bel regista per non perdersi in tutte  queste trame e caratterizzazioni.  Potrei dire che se i primi due film erano essenzialmente composti da pochi e semplici ritratti, questultimo è un gigantesco affresco, che si propone come la summa della saga quarantennale di Spiderman. Probabilmente, non sapendo di poter realizzare nuovi film in futuro, Raimi ha messo in questo, in versione compressa, tutte le idee che poteva. Viene da dire che alcune piccole trovate fanno gridare al genio. Il casco di Peter, con ancora semi appicicato ladesivo della pizzeria del secondo film, è un tocco di continuità secondo me geniale. Quando in molti film si realizzano errori di continuità dentro la stessa scena, Raimi riesce ad essere coerente tra un film e laltro! Tanto di cappello. Tecnicamente il film è impeccabile. Lo stupore di vedere volteggiare il ragno nei cieli di NY è ormai passato. Gli effetti speciali sono ottimi, e ormai non stupiscono più. Io penso che sia un bene in realtà, perchè gli effetti speciali, come una buona colonna sonora, non devono fagocitarsi il film, ma essere al suo servizio. Va da sè che la partitura musicale è come sempre ottima. Riprende il tema principale di Elfman , aggiungendo dei motivi nuovi, con assoluta perizia. Alla fine del discorso vi chiederete se il film mi sia piaciuto. Io posso dire di sì. Mi è piaciuto. Ma non mi ha dato le emozioni del primo, o la piena soddisfazione del secondo. Nella logica seriale del fumetto direi che aspetto il prossimo episodio per vedere se dal buono si torna allottimo. Nella logica del cinema, auspico che Raimi abbia veramente qualche buona idea per un quarto film. Invero quarantanni di Spiderman sono lì a suo disposizione. Ci sono fior di personaggi e di antagonisti da sfruttare degnamente. Quasi quasi auspicherei una buona serie televisiva ad alto budget, che sfrutti, settimana dopo settimana, le potenzialità dei personaggi e li faccia crescere con ampio respiro. Ma forse chiedo troppo.

Pubblicato anche su Pordemovie

» Emanuele Manco">Tweet

Precedente

Film: Le vite degli altri

Successivo

Film : Il piacere e lamore

5 commenti

  1. vado a vederlo domani... ti saprò dire
    ciao
    Tarlo

  2. Io invece spero che Raimi si dedichi ad altro. Un regista non dovrebbe rimanere per più di dieci anni sugli stessi personaggi e ambientazioni...

  3. @tarlo
    è comunque da vedere per ogni appassionato di fumetti

    @vanamonde
    invero concordo con quanto affermi, pensavo infatti più a un suo ruolo produttivo che registico. Le serie tv da lui prodotte me le ricordo come molto buone. Xena ed Hercules erano anche divertenti a tratti.

  4. utente anonimo

    jinnw.
    Una cosa è certa, che chi ha i nostri gusti nel caso di letture o cinematografia, non può non manifestare interesse in un browser-game , dal titolo SOLAREMPIRE , che conosco da circa un anno.

    Si tratta di un gioco di ruolo come comandante di una flotta di navi e pianeti e tutto si sviluppa tra 4 razze , alcune super-razze e degli alieni, questi, gli unici ad essere guidati dal programma.

    Siamo arrivati in questi giorni a 2500 iscritti, e circa 70-80 sono ondine durante il giorno sempre?.

    Ah?.dimenticavo, è gratis , allora venite a vedere voi stessi?.www.solarempire.it

    Divertitevi

  5. Ho visto spiderman III ed alla fine mi è piaciuto, anche se è vero che la carne messa al fuoco è stata tanta... bella l'idea del telefilm ad alto budget :))
    Anche a me piace la fantascienza, sono arrivata qui girovagando su google.
    Bello il blog!
    Ciao ciao!
    Elisabetta

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén